Archivi categoria: Cronache di Polizia

Ruba autoradio e moto: scoperto tenta la fuga ma la polizia lo arresta.

PR-1979(Fonte BergamoNews.it) Sono da poco trascorse le 23.30 di venerdì 2 maggio quando a Treviglio in un condominio di via Vasco de Game un giovane scende in garage per prendere la propria autovettura. Ma arrivato davanti all’autorimessa nota la luce accesa e sente dei rumori. Allora osserva con circospezione e nota che un uomo, dopo aver aperto il box, scassinato la serratura della macchina ed asportato l’autoradio, ha smontato anche la targa della moto e con un paio di forbici cerca di manomettere i collegamenti per accenderla, tentando di rompere con dei colpi secchi il bloccasterzo della due ruote. Il giovane a questo punto dà l’allarme al 112 e comincia ad urlare “al ladro, al ladro”. Il malvivente colto sul fatto reagisce e con le forbici affronta il giovane per guadagnarsi la fuga. Continua la lettura di Ruba autoradio e moto: scoperto tenta la fuga ma la polizia lo arresta.

Banda della cassaforte tenta il colpo in villa, ma la polizia sventa il furto.

20140306_152359_resized_1A seguito dei numerosi furti nelle abitazioni della zona, continua il costante controllo ad opera delle volanti del Commissariato di Treviglio guidato dal Commissario Angelo Lino Murtas, che già in varie occasioni sono riuscite a bloccare dei furti in corso.

Anche in questo caso, nella serata di mercoledì 5 marzo, grazie al rapido intervento della pattuglia si scongiurava un grosso furto in una villa in via Visconti a Caravaggio. Gli agenti riuscivano a mettere in fuga tre ladri che, dopo aver scardinato la finestra con lo stesso “modus operandi” rilevato in alcuni furti degli ultimi giorni in cui venivano “tagliate” le casseforti murate mediante “smeriglio flessibile” elettrico, si erano introdotti all’interno alla ricerca della cassaforte. Vistisi scoperti scappavano rapidamente in più direzioni e venivano inseguiti per oltre un chilometro a piedi dagli agenti, riuscendo però a dileguarsi nel buio della notte. Continua la lettura di Banda della cassaforte tenta il colpo in villa, ma la polizia sventa il furto.

Minaccia con armi e sequestra la moglie, arrestato

113Bergamo, 15 febbraio 2014
Un bergamasco di 41 anni, D. S., è stato arrestato dalla polizia di Bergamo per sequestro di persona, minacce, lesioni e porto abusivo d’arma. Venerdì pomeriggio l’uomo ha atteso la moglie di 35 anni fuori dalla scuola che frequentano i due figli e l’ha minacciata con un coltello e una pistola (poi rivelatasi finta) perchè tornassero assieme. Da circa un mese infatti la donna è tornata a vivere dai propri genitori dopo una violenta lite col marito, rimasto nella casa coniugale.

L’uomo ha trattenuto con la forza la moglie in auto, cercando di convincerla tra minacce e insulti a tornare a casa con i bambini. A dare l’allarme alla polizia la preside della scuola, che e’ stata minacciata a sua volta dall’uomo. L’arresto dopo circa un’ora e mezza.

I ladri acrobati cadono nella rete della polizia: tre arresti

manette-arrestatoTre arresti e varie denunce in stato di libertà. Sono gli esiti delle ultime operazioni della polizia che è stata presentata da dirigente del commissariato di Treviglio, Angelo Lino Murtas e dal Dirigente della squadra mobile di Bergamo, Giorgio Grasso.

In particolare, per quanto riguarda i numerosi furti nelle abitazioni della zona ad opera dei “Ladri acrobati” che, come noto si arrampicano con molta agilità, utilizzando scarpe sportive, ai piani superiori risalendo i tubi delle grondaie, ovvero i tubi del gas o dell’acqua, per entrare in casa dai balconi e dalle finestre, anche con gli abitanti all’interno (noti i fatti della ragazza costretta a nascondersi tra i vestiti all’interno dell’armadio e della cassaforte con la collezione di fucili e pistole sradicata e lanciata dalla finestra del primo piano), dopo il fermo e l’identificazione a Treviglio di tre giovani albanesi (di cui uno minorenne), sono proseguite le indagini anche su altri furti e, tra le varie impronte dei guanti usati per il furto, in una scheggia di vetro di una finestra rotta dai ladri, è stata trovata una frammento di impronta umana che, dopo numerosi confronti, ha permesso di risalire al nome di un ulteriore appartenente alla banda.

Continua la lettura di I ladri acrobati cadono nella rete della polizia: tre arresti

Ultime cronache di Polizia a Bergamo

Bergamo: presi tre sospetti ladri ‘acrobati’ a Treviglio, denunciati

polizia-di-stato1Tre cittadini albanesi, due appena maggiorenni e uno minorenne, sospettati di essere i ladri ‘acrobati’ che hanno imperversato negli ultimi tempi nella zona di Treviglio, nel Bergamasco, sono stati fermati e denunciati dalla Polizia, che non li ha potuti arrestare, non avendoli colti in flagranza di reato. Dal momento del fermo, giovedì scorso, sottolinea tuttavia la questura di Bergamo, non sono più arrivate denunce di furti in appartamento, che nelle ultime settimane si susseguivano con una media di cinque al giorno.

I ladri, con scarpe sportive ai piedi, si arrampicavano usando i tubi delle grondaie, del gas e dell’acqua ed entravano nelle case per rubare, anche con i proprietari presenti. Una ragazza si è dovuta nascondere nell’armadio tra i vestiti, mentre i malviventi svellevano la cassaforte, che conteneva una collezione di fucili e pistole, e la lanciavano dalla finestra del primo piano. Il commissariato di Treviglio ha predisposto controlli, sapendo che i ladri agivano tra le 16 e le 20. Giovedì scorso, alle 18, gli agenti hanno visto un ragazzo in via Buonarroti a Treviglio, che faceva da palo. Il ragazzo si è accorto di essere stato scoperto ed è stato raggiunto dagli altri due: tutti e tre sono stati fermati e portati in commissariato.

Continua la lettura di Ultime cronache di Polizia a Bergamo